C’è detergenza e detergenza!

 In Trattamenti Cutanei

IL PRIMO PASSO PER PRENDERCI CURA DEL NOSTRO VISO È LA DETERGENZA

Oggi voglio parlarvi di uno degli step fondamentali della routine quotidiana di trattamento del nostro viso: la detergenza. Ogni mattina e ogni sera è buona regola lavarsi il viso e struccarsi… questo lo do per scontato.. 😉 e ci sono ottimi motivi per farlo:

LA MATTINA occorre lavarsi il viso per rimuovere le cellule morte che durante la notte completano il loro ciclo vitale di 28 giorni, tramutandosi in squame, per lasciare spazio alle nuove cellule forti e vitali, in grado di proteggerci più efficacemente dagli agenti esterni.

LA SERA occorre invece struccare o detergere il viso per eliminare le tracce di make up, di smog, di sebo che abbiamo accumulato sulla pelle durante la giornata e che occludono i nostri pori, non permettendo alle cellule (corneociti) di respirare.

detergenza viso efficace

Sul mercato esistono tantissimi prodotti appartenenti a questa categoria, che si dividono però in due macro sotto classi:  i Toiletries e i Cleansers.

I prodotti Toiletries sono i classici saponi (solidi o liquidi), i bagnoschiuma, i bagnodoccia, ecc. Più o meno delicati hanno come unica funzione quella di pulire la nostra pelle.

Da qualche anno però anche la detersione sta sconfinando in quello che è invece il TRATTAMENTO, cioè sempre più prodotti detergenti assumono una connotazione dermocosmetica, svolgendo funzioni accessorie alla semplice pulizia. Sono esempi i detergenti viso idratanti, oppure i gel struccanti purificanti, ecc…

La categoria dei Cleansers è sicuramente di nostro interesse, grazie a questa fusione tra la detergenza e il trattamento, oggi possiamo trovare in commercio moltissimi prodotti dal tocco piacevole, dall’azione delicata, dalla sensazione post lavaggio (=after feel) confortevole…

Il consiglio di Unicaderma ed il mio è quello di lavare il viso mattina e sera con costanza e utilizzando 3 accorgimenti fondamentali:

1 – Non fermarti alle apparenze

La composizione del sebo, del make up, dello smog, dello sporco in generale è OLEOSA/GRASSA.  Occorre quindi un prodotto che possegga le stesse caratteristiche oleose/grasse, affinché si riesca a legare ad essi (per affinità chimico-fisica). Ecco che compaiono i TENSIOATTIVI!

I tensioattivi, spesso demonizzati (scegliete prodotti senza SLES), sono delle molecole contenute nei detergenti, che hanno affinità sia per le componenti oleose/grasse (sebo, make up, sporco, smog,…), sia per le componenti acquose (l’acqua con cui risciacquiamo il viso).

Grazie a questa doppia affinità riescono a rimuovere il grasso e lo sporco dalla pelle trattenendolo e legandolo a se, per poi portarlo via grazie al legame con l’acqua. Per rendere questo meccanismo più comprensibile: immaginatevi un animaletto con 2 braccia, questo è il tensioattivo.

Con un braccio tiene le molecole grasse/oleose, mentre con l’altro braccio tiene le molecole dell’acqua. Arrivato sul viso ciascun tensioattivo si ancora con il proprio braccio ad una molecola di sporco, di smog, di trucco e così via… Questa è la fase “dell’insaponamento”. Quando risciacquiamo l’altro braccio rimasto libero del tensioattivo si ancora alle molecole dell’acqua che lo trascinano via insieme allo sporco a lui legato.

2 – RISCIACQUA E IDRATA

A mio parere il passaggio di risciacquo con l’acqua resta fondamentale per garantire una pulizia profonda ed efficiente. Non sono molto favorevole ai prodotti “leave on” come i latti detergenti o gli oli non da risciacquo, poiché non tutto il prodotto applicato si riesce a rimuovere con i dischetti di cotone (e nemmeno con l’acqua perché la componente tensioattiva è troppo bassa in questi prodotti). Si rischia di ottenere l’effetto opposto a quello desiderato, ovvero un accumulo di sostanze grasse che occludono ancora di più i pori.

Certamente l’acqua, anche se può sembrare un paradosso, disidrata, infatti dopo il risciacquo si ha la sensazione di secchezza e pelle che tira. Questo dipende molto da quanto sono delicati i tensioattivi del prodotto e dalla qualità del prodotto stesso.

Ma detergere bene la pelle è fondamentale per ottenere una buona ossigenazione cellulare, rendere le cellule più forti e resistenti, garantire una protezione efficace dagli agenti esterni.

Basterà applicare la crema idratante per lenire la sensazione di secchezza post risciacquo. Scegliete tra le nostre creme viso Unica.01, Unica.02, Unica.03, Unica.04 (in arrivo!), specifiche per ogni stagione e per pelli diverse!

3 – PROTEGGI LA PELLE DURANTE LA DETERGENZA

Infine un consiglio per proteggere la pelle durante la detergenza e per rendere più performate la pulizia è quello di applicare un Cleansing Oil massaggiandolo, prima di applicare il detergente viso a risciacquo. In questo modo l’olio renderà più morbido il sebo, lo sporco, lo smog e il make up e al tempo stesso proteggerà la pelle dall’eccessiva disidratazione dovuta all’acqua di risciacquo.

Unicaderma sta studiando e formulando in laboratorio prodotti performanti e al tempo stesso delicati per la detersione del viso, seguiteci per non perdervi il lancio della nostra linea Cleansing!

0